Quell’idiota di Bobo. In difesa del buonismo nella vita, nella satira e nella politica

Bobo è il personaggio più famoso di Sergio Staino, nato sulle pagine di Linus nel 1979 ha accompagnato il suo autore e l’Italia negli ultimi 40 anni. Bobo ha sempre rappresentato l’eroe del quotidiano, buono, talvolta ingenuo, sempre benintenzionato, eterno sconfitto che non si arrende e continua a combattere per ciò in cui crede. Un idiota, direbbe qualcuno che non ha la sua purezza d’animo. Forse, ma un idiota nel senso di Dostoevskij, ossia un uomo con un’etica, vittima di una idiozia che si presenta come bontà, compassione per i più fragili e, al contempo, sberleffo nei confronti dello “spirito del tempo” e di tutti i potenti. Una “idiozia” che è incapacità di adeguarsi a quest’epoca, che è, nonostante tutto, il sogno di un mondo e di un futuro migliore.
Sergio Staino, insieme a Mario Gamba e Marco Feo, racconta la sua storia e quella di Bobo, attraverso racconti, saggi, strisce e vignette che hanno fatto la storia del suo personaggio. Perché celebrando Bobo celebriamo tutti noi idioti che, nonostante tutto, non ci arrendiamo e continuiamo a sognare.

Acquista su Ibs
Acquista su Amazon
Acquista eBook sul nostro negozio online
Acquista eBook su Kobo

Marco Feo

Marco Feo, illustratore e docente di Storia dell’arte, ha collaborato con diverse case editrici e importanti riviste di fumetto e non solo. Nel 1995 ha creato Lo Sciacallo Elettronico, la prima rivista italiana di fumetti su internet e “Encicomix”, enciclopedia virtuale del fumetto.

Mario Gamba

Mario Gamba, docente di Storia e Filosofia a Borgomanero (NO), è autore di numerosi saggi divulgativi su questioni della contemporaneità post-moderna (e tra questi Il libro di Melchisedec. Sette lezioni sul mondo che viviamo con interventi di Eugenio Borgna e Marco Feo); ha poi pubblicato assieme a Simone Fornara vari romanzi e racconti per ragazzi.

Sergio Staino

Sergio Staino, regista, vignettista e fumettista, è una delle firme più importanti della satira italiana. Dopo l’esordio su Linus ha collaborato con Il Messaggero, l’Unità di cui è stato anche direttore, La Stampa e Avvenire. Ha diretto il mensile Tango e numerose trasmissioni di satira su Rai3, oltre a diversi film. In carriera ha ottenuto i più importanti premi per la satira e per il fumetto.