Disegni. 500 giorni a matita

“Disegno sempre. Adoro disegnare. Il disegno è una fuga e un modo per calmarmi. È un modo per pensare. Alla matita ti consegni. Hai un’idea in testa su quello che potresti disegnare e la matita cerca di tradurre i tuoi pensieri sulla carta. Spesso la matita ha le sue opinioni, va dove vuole ed è meglio che tu la assecondi.”
Trovandosi costretto in casa per la pandemia Edward Carey decide di fare almeno un disegno al giorno in un tentativo di esorcizzare e sopportare meglio la situazione in cui si trova. Comincia così un viaggio durato ben oltre il lockdown, un’abitudine salutare per l’autore che, al disegno – rigorosamente a matita di tipo B –, alterna riflessioni e pensieri sulle situazioni e i motivi che hanno ispirato le sue creazioni, parlandoci così dell’attualità e del mondo che cambia. Ben 500 giorni e 500 illustrazioni per raccontare, con leggerezza e intelligenza, ciò che abbiamo vissuto.

Traduzione di Elena Malanga.

Acquista su Amazon
Acquista su Ibs
Acquista su Bookdealer
Acquista eBook nel nostro negozio online
Acquista eBook su Kobo

Edward Carey

Edward Carey, nato in Inghilterra, è scrittore, drammaturgo, illustratore. Ha lavorato per teatri in Romania, in Lituania e con un maestro di teatro d’ombre in Malesia; in Gran Bretagna i suoi spettacoli sono stati in scena al Young Vic Studio, al Battersea Art Centre e al Royal Opera House Studio.
È autore dei romanzi, tutti tradotti in numerose lingue, Observatory Mansions (nuova edizione La nave di Teseo, 2021), Alva e Irva. Le gemelle che salvarono una città, la trilogia degli Iremonger, Nel ventre della balena (La nave di Teseo, 2018) e Piccola (La nave di Teseo, 2019), selezionato al Walter Scott Prize, al Rathbones Folio Prize e al Royal Society of Literature’s Ondaatje Prize.